I Coma Cose nel loro ultimo album Un meraviglioso modo di salvarsi raccontano con meravigliosa delicatezza la voglia di resistere al presente e alla vita, di accettare i numerosi percorsi non prestabiliti, di slanciarsi, stare fermi, e ancora tornare a muoversi verso quello che sarà, senza mai dimenticare da dove si è venuti.

Nell’ultima traccia dell’album dal titolo “Epilogo” fanno riferimento a un importante concetto: quello dei confini. Spesso la sofferenza psicologica può avere a che fare con la nostra difficoltà nel mettere i confini con l’altro, nell’incapacità di tracciare i propri, o alle volte nell’oltrepassarli trovando impedimenti nel ricentrarsi.

L’obiettivo in psicoterapia è definire i confini del sé, passando per la comprensione di ciò che ci ha reso difficile tracciare la nostra identità.

Ogni fine anno è un epilogo, dove passiamo in rassegna una serie di momenti o eventi particolarmente segnanti attraversati nell’ultimo anno. Lo spazio terapeutico è un luogo in cui poter individuare le cose da confinare e distanziarsi.

L’augurio, qualsivoglia spazio si voglia scegliere, è quello di delimitare il nostro sé per poter riconoscere sempre le cose da cui è importante salvarsi!

Perché non farlo anche attraverso la musica?